giovedì 19 aprile 2018

Nuove reti ciclabili fra Bibione e Lignano

Nuovi percorsi ciclabili permetteranno esperienze uniche nel territorio fra Lignano Sabbiadoro (Udine) e Bibione (Venezia). Due località balneari per antonomasia che offrono suggestioni per la molteplicità dei contesti ambientalistici che fanno da corollario: dalla pineta alla laguna,
e costeggiando un fiume alpino. A breve verranno varati due nuovi percorsi ciclabili rendendo le spiagge dell’Alto Adriatico più fruibili dagli appassionati delle due ruote. Si tratta di una tipologia di vacanza che attira molti vacanzieri, per un valore di 44 miliardi di euro ed un potenziale di 3,2 miliardi solo in Italia. Entro maggio verranno inaugurati un “passo barca” che unirà Lignano Sabbiadoro a Bibione, ed entro la stagione, un ulteriore collegamento fra
Bibione e la Brussa. Quest’ ultima è una graziosa spiaggia non urbanizzata del Comune di Caorle (Venezia), vicino al Museo Ambientale di Vallevecchia. Sarà un’occasione per ammirare la ricchezza e la varietà della laguna veneta, tra labirinti di canne e l’eleganza di aironi e cicogne. Il “passo barca” consentirà di attraversare il fiume Tagliamento, il meno 
antropizzato in Europa, con un battello atto al trasporto di bici. Un pontile a 500 metri a monte del caratteristico faro di Bibione, recentemente ristrutturato e risalente a inizio Novecento, sarà il punto di partenza del traghetto per esplorare Lignano, e il suo entroterra. I nove chilometri della straordinaria pista ciclabile denominata Passeggiata Adriatica, lungo la spiaggia di Bibione si aggiungeranno agli otto della 
sopracitata località friulana, inclusivi del nuovo lungomare in corso di ristrutturazione. Una rete di itinerari che arriva a toccare i 240 km, garantendo la possibilità di raggiungere da un lato Venezia e, dall’altro la ciclabile Alpe 
Adria, che connette Grado a Salisburgo, in Austria. Un nuovo treno, dal 25 marzo al 21 ottobre, con trasporto bici, collegherà Verona , Latisana, Lignano e Bibione. Pasqualino Codognotto, sindaco di San Michele al Tagliamento-Bibione ha affermato: 
“Siamo molto orgogliosi dell’ inaugurazione di questa nuova rete dorsale di piste ciclabili, che rientra nel progetto di valorizzazione del patrimonio naturale e di sostenibilità del territorio che perseguiamo. Il Presidente di Lignano Sabbiadoro Gestioni, Loris Salatin ha ribadito :” Siamo felici che questo progetto veda la sua realizzazione. Si tratta di un passo che può dare un nuovo impulso al tessuto economico e turistico locale aprendoci a un target che pratica un turismo sostenibile e slow”. Un viaggio esperienziale in una natura varia e rigogliosa, immersi in un ecosistema denso di
 sfaccettature da assaporare in sella ad una bicicletta, a due passi dalle meraviglie del mare.
                  Giuseppina Serafino