giovedì 12 luglio 2018

Francoforte e i suoi caffè

Francoforte, ironicamente chiamata “Mainhattan” per gli imponenti grattacieli o“Bankfurt”, è una città innovativa, da riscoprire per le molteplici opportunità che offre. Una metropoli cosmopolita , con 180 nazionalità diverse, è sede della più importante borsa tedesca, della Banca Centrale Europea di molte aziende multinazionali.   
Ha il secondo aeroporto d’Europa e una prestigiosa università. In centro troviamo edifici restaurati del Romerberg e il vecchio quartiere, il DomRomer, distrutto dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale ed oggi in fase di ricostruzione sulla base di planimetrie storiche e antichi modelli. Città natale dello scrittore Wolfgang Goethe, presenta degli affascinanti contrasti fra vecchio e nuovo come de sera, ad esempio, nella zona di Sachsenhausen, densa di deliziosi luoghi di incontro come locali e ristoranti. Luogo pulsante è il quartiere dei musei che si trovano sulla riva del fiume Meno, intorno al nuovo Historischen Museum Frankfurt, ma delle vere e proprie istituzioni sono i Cafè. La cosiddetta Manhattan d’Europa ospita molti bar dove assaggiare ottime qualità di questa bevanda, con un’attenzione quasi maniacale alla qualità. 
Un’ottima esperienza è quella di gustare un buon espresso fra le quasi quaranta varianti del Wackers Cafè, che aperto più di un secolo fa dalla famiglia Wacker, fu il primo vero coffe house di Francoforte, un vero e proprio simbolo della cultura della città. 

Entrando nel The Espresso Bar si ritorna nelle atmosfere degli anni ’20, gustando il sapore di quel tempo; il Naschmarkt am Dom, con il suo arredamento, in tipico stile tradizionale Viennese e francese, rammenta la Costa Azzurra , tranne che per il sapore della deliziosa Frankfurt Crown cake ( una torta tipica a strati di biscotti, gelatina di ribes rosso, guarnita con rose e ciliegie da cocktail). Nel cafè Aniis, a poca distanza dalla banca centrale Europea, si possono rinvenire suggestioni africane ed orientali, mentre al IMORII Patisserie si possono gustare dolci tipici francesi e giapponesi, o le rinomate crostate e torte dai sapori esotici. La capitale del “Applwein” o vono di mele, ha conservate intatte le sue tradizioni gastronomiche come la celebre Grune Sauce o Salsa Verde e l’Handkas, un formaggio locale dal 
sapore accattivante. Non si può però sottacere la cucina gourmet, grazie agli 8 ristoranti stellati presenti, e la cucina creativa di strada che coniuga prodotti locali con quelli internazionali. La posizione strategica di Frankfurt, vicino alla zona di Rhein-Main, costituisce una base ideale per poter esplorare la regione in cui è collocata, con cittadine medioevali, case a graticcio, castelli e siti Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. 
                                                                               
                      Giuseppina Serafino