lunedì 25 giugno 2018

Insieme per gli Oceani

Presso il Padiglione Unicredit di Milano si è tenuto un interessante incontro per discutere dello stato di salute degli oceani e degli interventi conservativi necessari per la loro tutela. In occasione di questo appuntamento è stato raggiunto un importante traguardo nella collaborazione internazionale tra Bolton Food-tramite e WWF per

un approvvigionamento
responsabile e la tracciabilità dei prodotti ittici. Il brand Rio Mare, a testimonianza del proprio impegno per la tutela della salute degli oceani e la difesa delle aree protette, supporta il progetto della sopracitata associazione che coinvolge Tetepare Island, “L’ultima isola selvaggia” delle Isole
Salomone. L’obiettivo è quello di ottenere il riconoscimento legale di Tetapare Island e delle acque circostanti l’isola come “area protetta” all’interno del “National Protected Areas Act” delle Isole Salomone, mediante il coinvolgimento della comunità locale. Le Isole Solomon sono un arcipelago di oltre 900 isole
comprese nella eco-regione chiamata Coral Triangle, patrimonio mondiale di biodiversità marina grazie alle oltre duemila specie di pesci che vi nuotano e in cui vive circa il 76% delle specie di coralli esistenti al mondo; da qui arriva il 53% della produzione mondiale del tonno. “Da anni siamo impegnati per la sostenibilità della pesca e la tutela dell’ ecosistema marino, ha dichiarato Luciano Pirovano, Sustainable Development Director di Bolton Food, e siamo orgogliosi oggi di poter annunciare l’importante traguardo del 52,4% di tonno proveniente da fonti sostenibili raggiunto con il sopporto
tecnico del WWF e di tutti i nostri partner strategici. Rio Mare, vi è la tutela per l’ecosistema marino e la biodiversità che, come si evince dall’ultimo rapporto di Fao sullo stato della pesca e dell’ acquacoltura, è a rischio, rendendo necessario un utilizzo responsabile delle risorse ittiche. “Invertire il trend negativo degli stock marini, non è solamente un obbligo morale, ma un impegno solenne di tutta la comunità globale attraverso l’Agenda 2030 per lo sviluppo Sostenibile sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite (Onu)” -ha dichiarato Audun Lem Deputy Director Fisheries and Aquaculture Politicy
and Resources DivisioFood and
Agriculture Organization of the United Nations. Bolton Foods è presente inoltre 60 Paesi nel mondo in 5 continenti con 3800 collaboratori, attraverso i marchi Rio Mare, Palmera , Simmenthal, Saupiquet, Pècheurs de France, Isabel, Cuca, Massò, Cardinal, Sardines Robert e Petret. Nel 2009 L’Azienda Rio Mare è stata tra i membri fondatori dell’ISSF (International Seafood Sustainability Foundation) un’organizzazione globale non-profit che riunisce i più autorevoli scienziati e biologi marini.     
                                         
                                                                                 
                                                                     Giuseppina Serafino