domenica 27 maggio 2018

La “Ciclabile del Piave”

Una pista lunga 220 km che si snoda dalle bellezze paesaggistiche delle Dolomiti, a quelle artistiche e storiche, disseminate fino al mare. Si tratta della “Ciclabile del Piave”, una meta turistica di nicchia voluta dai Consorzi Bim Piave di Belluno, Treviso e Venezia per valorizzare uno straordinario percorso caratterizzato da culture millenarie. Il Piave, fiume                           

Sacro alla Patria e corso d’acqua che ha reso grande la Serenissima fra ‘400 e ‘500, è il protagonista di questo serpentone che consente di partire dalle sue Sorgenti in provincia di Belluno. Un itinerario in bicicletta che sa donare panorami incantevoli lungo il corso dei fiumi Piave e Sile. Da Fossalta di Piave, nei pressi del ponte di barche, si raggiunge Musile di Piave, San Donà di Piave e Caposile.Si prosegue per Jesolo, ammirando le valli Dragojesolo, Grassabò e Lio Maggiore. Lungo un percorso, caratterizzato da una flora rigogliosa, tipica dell’ambiente lagunare, si arriva al faro di Cavallino, fin dove il Sile sfocia nell’Adriatico.Questo territorio rappresenta un viaggio nella Storia, ma nel contempo il luogo geografico dove le terre del Nord incontrano quelle del Sud, segnando il passaggio dal microclima artico a quello mediterraneo.
Si incrociano dinamiche culturali di notevole interesse con economie che nei secoli hanno unito la biodiversità alpina e lagunare. Il progetto prevede che l’itinerario sia percorribile a piedi o in bicicletta discendendo il fiume “Sacro” della Patria, per antonomasia, dove gli eserciti hanno combattuto e cambiato il corso della Storia. L’auspicio è quello che il tragitto possa essere concepito come un percorso interiore, alla stregua del cammino di Santiago de Compostela da parte dei pellegrini medioevali.L’itinerario può essere effettuato seguendo vari temi: i Musei, il Piave e la Grande Guerra, Castelli Torri e Abbazie, le Chiese Affrescate, i Grandi Capolavori del Piave, gli Opifici Storici, le Ville, i paesaggi del Piave. La Ciclabile del Piave rappresenta un fil rouge che unisce ambiti diversi che spesso si intersecano, passando dallo storico all’artistico, dall’antropologico all’emozionale, dal paesaggistico all’architettonico, per una pedalata che rappresenta simbolicamente uno straordinario viaggio nella Cultura italiana. (Foto di Giuliano Vantaggi)   
                                                                 
                          Giuseppina Serafino