mercoledì 28 marzo 2018

Il Festival delle geografie 2018

Molto attesa la II edizione del Festival delle geografie, giunto alla sua edizione, che si svolgerà dal 6 all’8 aprile 2018 a Levanto e sarà dedicato alla figura del geografo Massimo Quaini da poco
scomparso . Questo articolato progetto potrebbe essere denominato Sos Geografia, poiché l’insegnamento tale disciplina tende ad essere ridotto o addirittura a scomparire. La rassegna è iniziata a dicembre con un concorso nazionale nelle scuole ,
organizzato dall’Istituto Zaccagna di Carrara, a cura del professor Canesi, e con una successiva Festa della geografia nella medesima località toscana. Quest’anno la manifestazione è stata espansa nel tempo (da dicembre a luglio) e nello spazio fra Genova, La Spezia, Sestri levante, Moneglia, Bonassola, Framura, Pietrasanta e Carrara. Tante sono le prestigiose cooperazioni istituzionali, si va infatti dalla Società geografica italiana, all’Associazione geografi, al CAI e al Fai, senza contare i Comuni e le Regioni. Alcune attività si terranno nel capoluogo ligure, con il prestigioso gemellaggio della Fondazione Palazzo Ducale, per il Festival Limes di maggio 2018, con la mostra delle carte geopolitiche di Laura Canali. Verranno organizzate due mostre a La Spezia, alla Mediateca, quella fotografica sull’Africa e l’altra sui mappamondi al
Centro Allende. A Levanto, di particolare pregio, saranno i due concerti di musica barocca, che fanno riferimento alla “Carte de Tendre” di fine seicento, in occasione della notte europea della Geografia proclamata dai geografi francesi; un altro concerto sarà quello di musiche popolari etniche del Liguriani, titolato “Gran tour musicale d’Europa”. Oltre ad iniziative per bimbi, ci saranno due spettacoli teatrali su Don Quixote, Quixotterie. Altre pregevoli mostre fotografiche saranno una di illustrazioni degli Stati d’animo a Moneglia, un’altra di foto di Mare e terra a Sestri Levante, oltre ad una sui Mapuche a Levanto. Tanti i relatori d’eccellenza chiamati a disquisire su svariate tematiche: Enrico Borghi, aree interne “Piccole
Italia”- Luca Mercalli, cambiamenti climatici-Luca Onorato e Alessandro Benedetti “Clima e
foto”_Alfredo Gattai, “sentieri e cartografia” Sergio Giudici“Fare il punto, da GPS a Tolomeo”- Renato Dicati, “nuovi mondi al di là del sistema planetario”-Federico Massimo Ceschin, “cammini d’Europa”-Cevasco e Rollando, “due geografie”- Luigi Mucerino e Chiara, “geografia fisica applicata al rischio idrogeologico di Levanto” - Pierangelo Miola di Vaghe stelle con Marco Iamiceli di Sassinoro,
paese dell’acqua sui Cammini- Beniamino Sidoti, “Stati d’animo”, un viaggio nei territori reali e immaginari delle emozioni e dei sentimenti. A
ciò si aggiungeranno: degustazioni di prodotti locali in alcuni ristoranti,
l’inaugurazione di una cantina Slow Food di un vignaiolo pluripremiato, un’edizione preziosa di graphic novel su vita e opere di Matteo Vinzoni,
 escursioni per mare e per terra (in barca, a piedi ed in bici) e l’alternanza Scuola Lavoro co Liceo Pac inotti e ItS Alberghiero Casini. Il tour operator Arbaspàa, ha approntato itinerari per tutti i gusti in occasione del Festival delle Geografie. Media partner del prestigioso evento saranno Radio Levanto, Val di Vara e Memo Grandi Magazzini Culturali. Un elogio alla

 Cooperativa Officine del Levante che ha curato la prestigiosa kermesse.

                   
Giuseppina Serafino