Cerca in YouTube:

Loading...

sabato 3 febbraio 2018

Il nord America fra metropoli e pack

Un viaggio in nord America potrebbe iniziare da Boston, la città più “europea” degli USA, fondata nel XVII secolo dai pellegrini in fuga dal Regno Unito. Una delle zone più cariche di fascino è l’esclusivo quartiere di Back Bay, lungo le sponde del fiume Charles, con i suoi ampi viali alberati, dimore signorili e chiese dall’architettura raffinata. Qui si trova la John Hancock Tower, l’edificio più alto di Boston. Il South End, è un altro quartiere molto chic, con ville vittoriane,che risulta ideale per passeggiare nei giardini botanici o ascoltare un concerto alla Boston Opera House.
 Il North End è il quartiere più antico con vicoli e vecchi edifici davanti dal porto, da sempre quartiere degli immigrati e da 150 anni casa della comunità italiana,. Al di là del fiume Charles, si trova Cambridge, il cuore intellettuale di Boston che ospita le università di Harvard e il MIT. Utilizzando il treno ci si può spostare a New York, “perdendosi” a Central Park e raggiungendo il piccolo lago a The Pond. Costeggiando The Lake sul lato ovest, si arriva al celebre Strawberry Fields Memorial dedicato a John Lennon e, poco distante, il Ladies’Pavillion, punto più romantico e panoramico del parco. Verso nord, si raggiunge Delacorte Theatre, che ogni estate ospita l’evento Shakespeare in the Park, il Belvedere Castle e il Turtle Pond, lo stagno con le tartarughe. 
Al di là del great Lawn, un vasto prato, incontriamo il Metropolitan Museum of Modern Art. Riprendiamo il treno per raggiungere Washington D.C, la mitica capitale degli USA, facendo una prima tappa presso la Casa Bianca. A Capitol Hill sorge il Campidoglio, il Parlamento americano, voluto da George Washington che posò la prima pietra nel 1793. Da qui ci inoltriamo lungo il National Mall, il viale monumentale che si estende per circa 3 chilometri e giunge al Lincoln Memorial, sulle rive del fiume Potomac, al centro ci si sofferma presso il Monumento a Washington, un obelisco di marmo alto ben 169 metri. Volendo  effettuare invece un viaggio naturalistico per eccellenza, la 
meta è l’Arcipelago delle Madeleine in Canada. Situate nel Golfo di San Lorenzo, poco più a nord di Montreal, l’arcipelago è formato da dodici piccole isole collegate fra loro da ponti naturali di sabbia. Durante l’inverno il mare si cristallizza in onde che imprigionano le imbarcazioni dei pescatori locali, le alte scogliere di arenaria rossa si orlano di ghiaccio ricreando un ambiente fiabesco.  
 Qui si verifica il ritorno delle foche della Groenlandia, che dopo un viaggio di mesi, vengono a partorire i loro piccoli. Si possono effettuare escursioni in motoslitta, con slitte trainate dai cani, oppure voli sulla banchisa e immersioni con le bombole per osservare sott’acqua il comportamento delle foche adulte a caccia di pesci e gamberetti. Si tratta di due differenti mete proposte da Evolution Travel per scoprire, fra i grattacieli, anche la sobrietà dei silenzi glaciali e l’intenso fascino della vita.
                       
                                                                          Giuseppina Serafino