Cerca in YouTube:

Loading...

mercoledì 31 gennaio 2018

Vacanze invernali in Danimarca

Nel mese di febbraio, in occasione del carnevale, la Danimarca presenta alcune proposte per una vacanza insolita. Dall’apertura straordinaria dei Giardini di Tivoli a Copenaghen, alla graziosa Odense, città natale di H.C Andersen, a poca distanza dalla capitale, allo straordinario mondo dei mattoncini alla LEGO House a Billund, un’attrazione aperta tutto l’anno.

In occasione del loro 175 esimo compleanno, i Giardini di Tivoli per la prima volta saranno aperti dal 2 al 25 febbraio; un vero e proprio
paese delle meraviglie denso di storia e cultura, un’attrazione affascinante sia per bambini che per adulti. In collaborazione con il Copenhagen Light festival che si terrà a febbraio in città. ilTivoli offrirà una serie di meravigliose installazioni e giochi di luce, dalle proiezioni sulla facciata esotica del Nimb Hotel ai nuovi spettacoli di suoni e luci sul lago. Fra gli intrattenimenti ci sono, oltre alle montagne russe in legno, risalenti al 1914, una nuova pista di pattinaggio sul ghiaccio, proprio dinanzi al Nimb Hotel e un igloo con giochi e attrazioni al suo interno. In occasione del Carnevale, dal 10 al 18 febbraio, i bambini potranno fare il pieno di dolciumi giocando alla tradizionale Katten af tonden, la versione danese della nostra pentolaccia. La LEGO house, inaugurata a settembre 2017, è la più recente attrazione nel
cuore di cuore di Billund che consente di immergersi nell’universo LEGO tutto l’anno, per un’esperienza coinvolgente in uno spazio di 12.000 metri quadrati. Caratterizzata da un’architettura straordinaria, la casa dei mattoncini ( che quest’anno compiono 60 anni) offre terrazze di gioco, un LEGO Store e ben 3 ristoranti. A Odense, località a circa 1 ora e mezza dalla capitale, è possibile scoprire i luoghi dove Andersen è nato e cresciuto e che hanno ispirato i suoi racconti, immergendosi in un’accattivante atmosfera da favola.                                                             
 In attesa del nuovo museo, un progetto maestoso a cura di Kengo Kuma che verrà completato nel 2020, è stato da poco inaugurato il museo temporaneo di Andersen (ospitato in quello che era il precedente museo di Carl Nielsen) che espone una raccolta dei suoi disegni e ritagli di carta. Girovagando per la cittadina si arriva alla casa natale dello scrittore, una casetta gialla in un vecchio quartiere, e alla casa d’infanzia, dove egli visse dai 2 ai 14 anni, arredata esattamente come descritta nelle sue memorie, riproducendo in maniera fedele le condizioni anguste del 1800 a Odense. Inoltre merita una visita il Montergarden, un’oasi culturale nel cuore della cittadina, costeggiata da caratteristici cortili e bellissimi edifici del primo periodo di vita di Andersen.                                                    
Il museo presenta fra le varie mostre una sulla Fionia, regione fonte d’ispirazione per il sopracitato letterato. Un’occasione unica per riscoprire un luogo fiabesco per le suggestioni che offre.

                      Giuseppina Serafino