Cerca in YouTube:

Loading...

lunedì 4 dicembre 2017

Mercatini di Natale del Trentino

Da circa due decenni, il Christkindlmarkt, celebre Mercatino di Natale di Bolzano, in Alto Adige, magnificamente addobbato in occasione dell’Avvento, attira folle di visitatori in Piazza Walther. Si tratta del più grande d’Italia, costituito da circa ottanta casette in legno, con tetti bianchi e rossi che conferiscono una atmosfera fiabesca. Il lavoro artigianale rappresenta il 30% della suggestiva esposizione, e viene esibito per cinque volte sul palco della manifestazione da singoli artigiani.
L’aspetto preminente è quello della gastronomia,
 con prodotti tipici come il vin brulé, le frittelle di mele, il succo di mele caldo e lo strudel. Si tratta di una occasione unica per scoprire il fascino del capoluogo altoatesino con il suo epicentro medievale che si articola in un dedalo di stradine, portici, cornici rinascimentali,

insegne in ferro battuto e belle facciate affrescate.
Risultano di particolare interesse la chiesa dei Domenicani, che faceva parte di un convento del 1272, piazza Erbe con il mercato quotidiano che diffonde un effluvio di profumi e di sapori, e la via Portici, con i portici italiani, sul lato sinistro, e quelli tedeschi, sul lato destro. Presso Il museo archeologico è possibile osservare Otzi, il pastore di cinquemila anni fa ritrovato fra i ghiacciai situati fra la Val Senales e l’Austria. In Alta Val Pusteria, Dobbiaco viene considerata la porta delle Dolomiti con il lago omonimo che offre uno splendido spettacolo naturale; la

località si trova a 1240 metri in una bellissima conca, fra i fiumi Rienza e Drava. Da Dobbiaco la strada conduce alla Valle di Landro verso Cortina d’Ampezzo, Belluno e Venezia.Da qui è possibile raggiungere le Tre Cime di Lavaredo ed ammirare il Parco Naturale Dolomiti di Sesto e Fanes-Senes-Braies.La chiesa parrocchiale di Dobbiaco è ritenuta la meglio conservata della Val Pusteria mentre la tenuta “Herbstenburg” con le sue torri ed “Erker” è considerata una della più antiche tenute più belle. Meritano essere visitati il Castel Herbstenburg, ed effettuare una passeggiata

lungo la Via Massimiliano, fiancheggiata da
cinque stazioni appartenenti alla più antica Via Crucis del Tirolo. Un’altra attrattiva è quella costituita dal Mercatino di Natale di San Candido che crea una romantica atmosfera intorno alla zona pedonale della chiesa di San Michele.Fra le specialità esibite oltre alle sculture in legno di cirmolo, vi sono i “Lebkuchen” (biscotti di pan pepato), lo “Zelten” (tradizionale pane dolce alla frutta) o l’”Apfelgluhmix” (succo di mela altoatesino bollito con succo di arancia e spezie). Un fantastico sapore di Natale, allietato da classiche melodie che rendono magico questo territorio ricco di tradizioni e di storia da rivivere.

                                               Giuseppina Serafino