Cerca in YouTube:

Loading...

giovedì 21 settembre 2017

La seduzione di The Micam84

Una qualificata e autorevole vetrina delle nuove collezioni della calzatura all’84esima edizione di The Micam, a Rho Fiera Milano, all’insegna di un mix di ingredienti che la rendono un’esperienza ben consolidata.  
 A confermare la sua leadership nel panorama fieristico globale sono i 1.441 espositori, dei quali 797 italiani, un comparto di punta che occupa oltre 77 mila addetti diretti in quasi 5mila aziende. Anche quest’anno è proseguito il viaggio allegorico nei gironi infernali della “Divina Commedia”, con il tema scelto da Assocalzaturifici per il lancio della nuova campagna pubblicitaria. Dopo il tema della
“Lussuria” che ha animato l’edizione di febbraio, è stato dato spazio alla “Seduzione” per raccontare la
bellezza e la qualità artigianale della scarpa, espressione di uno stile 
elegante e raffinato. Accanto ai grandi marchi presenti, si sono schierati anche i “Big” del mondo della moda: Fendi, Salvatore Ferrogamo, Gucci, Prada e Tod’s nella fashion Square, con nuovi ed importanti brand come Giorgio Armani, Jimmy Choo, Dolce&Gabbana, Sergio Rossi ed Ermenegildo Zegna. Dalla volontà da parte di tutta la filiera della moda di “fare sistema”, è nato un progetto ambizioso che vede 
la sua concreta attuazione nella nuova sinergia con i calendari di Milano Moda Donna. Una sovrapposizione strategica che, attraverso l’unificazione di sfilate e fiere , si pone l’obiettivo di rendere nel tempo Milano vero e proprio simbolo del Made in Italy.”Sul concetto di “Unicità” si base anche il tema della lotta alla contraffazione, un mercato interno del falso che provoca un danno economico alle industrie calzaturiere
stimato tra i 190 e 240 milioni di euro. Il settore calzaturiero guarda ai giovani che necessitano di una formazione professionale adeguata: a loro è stato dedicato il concorso “Asia. Tra mito e magia”, nato dalla collaborazione con il Miur, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che ha visto la
partecipazione di oltre 70 scuole di ogni ordine e grado. 
Inoltre presso Spazio Borgonuovo, nel quadrilatero della moda milanese, The Micam ha curato una speciale mostra fotografica tratto dal libro “Similitudini. L’arte della calzatura italiana” ideato dal celebre fotografo Giovanni Gastel. Identità culturale, design raffinato e qualità dei materiali costituiscono il tratto distintivo dello stile delle calzature italiane. “E’ indispensabile che il consumatore percepisca che c’è una storia dietro ai prodotti che acquista”-ha dichiarato Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici- “Dobbiamo prendere coscienza del fatto che Made in Italy non significa soltanto che il prodotto è di fabbricazione italiana, bensì che è frutto di una creatività tutta italiana. L’autenticità di una calzatura non è imitabile, né replicabile”.


                                         
   Giuseppina Serafino