Cerca in YouTube:

Loading...

domenica 24 settembre 2017

Aggiungi un borgo a tavola

Dopo aver proclamato l’Anno dei cammini nel 2016, il Ministero
dei beni e delle attività culturali e del turismo ha decretato il 2017 come Anno dei Borghi. Il Touring Club Italiano per quattro fine
settimana, dal 23 settembre al 15 ottobre, invita alla scoperta delle
piccole eccellenze che
costituiscono il cuore del nostro
Paese. Molteplici saranno le iniziative che connoteranno questi ”week end arancioni”: attività didattiche per i piccoli per diventare “Chef per un giorno con il
miele”all’Oleificio di Tignale, in Lombardia; a San Casciano dei Bagni, in provincia di Siena, domenica 24 settembre si parte per un trekking tra i vigneti di Palazzone, frazione conosciuta per la produzione del vino Chianti DOCG e per le sue cantine di fama internazionale. Sono ben 224 le località dell’entroterra, disseminate in tutte le regioni italiane, che hanno ottenuto la certificazione Bandiera arancione: un ambìto marchio di qualità turistico-ambientale che viene assegnato ai borghi eccellenti
con meno di 15.000 abitanti e che soddisfano più di 250 rigorosi criteri di valutazione, raggruppati in cinque macroaree . La prima è l’ACCOGLIENZA, intesa come completezza dei servizi di
informazione turistica e della segnaletica,
accessibilità alla località e mobilità interna; la RICETTIVITA’ E SERVIZI COMPLEMENTARI, riguarda la completezza del sistema ricettivo e ristorativo; rilevanti
sono poi i FATTORI DI ATTRAZIONE TURISTICA, riferiti al grado di conservazione e fruibilità delle risorse storico-ambientali; la QUALITA’ AMBIENTALE è relativa alle azioni intraprese nella gestione ambientale e dei rifiuti, al risparmio energetico; decisiva è la STRUTTURA E QUALITA’ DELLA LOCALITA’, ossia la valutazione delle componenti, anche immateriali, atte a creare nei visitatori un’immagine positiva della destinazione. Tutti questi fattori fanno sì che si tratti di luoghi dal sapore autentico, in cui arte,
natura, piatti tipici, sostenibilità e accoglienza esprimano appieno la cultura del territorio a cui appartengono. L’iniziativa nacque a Sassello, nel
savonese, dove prese forma l’esigenza di una maggiore
valorizzazione dell’entroterra, l’Assessorato al Turismo della Regione Liguria fu sensibile a questa proposta e nel 1998 avviò una riflessione, insieme al Touring, su come stimolare, coinvolgere e promuovere i territori lontani dalla costa. L’edizione del 2016 ha visto più di 100.000 partecipanti e oltre 200 visite organizzate dai Comuni, a dimostrazione che Bandiere arancioni sono
simbolo di un’Italia minore efficiente. L’ottenimento del marchio agevola il processo di miglioramento turistico-ambientale, un incremento dei flussi turistici (circa + 36% di presenze), il dinamismo delle iniziative imprenditoriali ( l'81% dei Comuni ha avviato un nuovo esercizio commerciale, con incremento medio del 141% di esercizi extra alberghieri). L’inizio della stagione
autunnale contribuirà ad
esaltare con i suoi colori l’aspetto
incantevole di 100 borghi Bandiera arancione del Touring che porteranno a tavola le tradizioni italiane fra sapori tipici, sagre, street food ed iniziative culturali di grande pregio da scoprire.
                              Giuseppina Serafino