Cerca in YouTube:

Loading...

sabato 13 maggio 2017

L’Ucraina e la Valle dei narcisi


Un paese dai mille volti che offre un’immensa varietà di paesaggi l’Ucraina è una zona di confine, tradizionale incrocio fra il mar Baltico e il Mar Nero, tra l’Europa e l’Asia. In alta quota la zona sud-occidentale dei Carpazi offre panorami
indimenticabili mentre la Crimea, terra brulla e selvaggia, offre numerosi attrazioni, tra cui il Bolshoy Kanyon (300m) e le cascate di Dzhur e di Uchansu. Alcuni itinerari di facile percorribilità portano alle città delle grotte di Chuft-Kale e Manhup-Kal. Numerosi sono i parchi che consentono uno stretto contatto con la natura come. il Parco nazionale Statale dei Carpazi, 55 km circa a sud-ovest di Kolomyya e 500 km a sud-ovest di Kiev. Un’altra meta di grande suggestione è il fiume Dniepr, che attraversa l’Ucraina da nord a sud. Sono presenti dive con il complesso degli edifici monastici siti Unesco, come due importanti
monumenti nazionali, situati nella capitale Kiev: la cattedrale di Santa Sofia ed il Monastero di Pechersk Lavra Altri importanti siti sono nel centro storico di Leopoli e di Chernivtsi, con il grande complesso
universitario già residenza dei Metropoliti della Bucovina e Dalmazia. Altro sito Unesco è l’Arco geodetico di Struve, una serie di triangolazioni geodetiche, in modo da formare una catena di 3.000 chilometri che va dal Mar Nero fino alla Norvegia.
 Narciso è per antonomasia il fiore di maggio. La leggenda vuole che il Mito di Narciso, che si innamorò del suo riflesso fino al punto di morire nel tentativo di raggiungere la propria immagine, sia nata in Ucraina. Qui ogni anno si rinnova la meravigliosa fioritura di quasi trecento ettari di narcisi nella biosfera. Nella regione della Carpazia, a pochi chilometri dalla cittadina di KHust, sorge la “Valle dei Narcisi”, un’area unica nel suo genere, situata sulla pianura alluvionale che si affaccia sull’antica terrazza del fiume Tysa- Un immenso territorio di duecentosettanta ettari che costituisce la più grande riserva naturale in Europa e nel mondo, a soli
duecento metri sopra il livello del mare. Un fenomeno assai raro poiché questo fiore cresce frequentemente a quote molto elevate.  Dal 1970 le autorità locali, decisero di preservare la bellezza del luogo con un apposito decreto. Inserito all’intero della “Lista Rossa IUCN (International for Conservation of Nature)” tra le piante in via di estinzione, il narciso è un fiore molto raro la cui fioritura avviene solamente una volta all’anno. La riserva ospita, inoltre, oltre 400 specie di piante, ma il narciso è il re assoluto di questa valle.
                                                                                                                                                                                                                                     Giuseppina Serafino